Osservatorio attento del mondo dell’editoria fotografica è uno dei premi più ambiti per chi fa libri di fotografia in Italia e per chi vuole farsi conoscere dagli addetti ai lavori. Il premio, giunto con grande successo alla sua sedicesima edizione, con una giuria autorevolissima, intende diffondere la conoscenza del libro fotografico e premiare il lavoro di fotografi ed editori che si sono distinti per l’elevata qualità delle produzioni nell’ambito dell’editoria. Premiati negli anni libri dei più importanti fotografi italiani e tanti libri di giovani autori emergenti. Si intende promuovere il libro fotografico non solo per la sua capacità di raccontare la storia e la complessità della società contemporanea, ma anche nella sua forma di progetto completo ed innovativo nella fotografia, nella grafica come nella capacità descrittiva della narrazione e nell’estrema libertà di sperimentare forma, struttura, materiali e contenuti che offre il libro misurandosi con lo spazio compositivo del foglio e dell’immagine.

Il riconoscimento per il miglior libro fotografico è andato a Marina Caneve con il libro Are they Rocks or Clouds?  Per il miglior libro d’artista il riconoscimento va a Giulia Iacolutti con il libro Casa Azul. Inoltre la giuria ha ritenuto di assegnare la menzione d’onore al libro Molti di Antonio Biasiucci con Mimmo Paladino e Valerio Magrelli e il coinvolgimento di Rouaf – profugo curdo e al volume di Mario Cresci, Segni Migranti. La menzione speciale va al libro autoprodotto Grūne Linie di Giancarlo Barzagli.

La decisione della giuria del Premio Marco Bastianelli 2020 di premiare il libro di Marina Caneve Are they Rocks or Clouds? edito da Fw:Books e OTM arriva dopo lunghi confronti e anche ripensamenti, legati alla grande qualità dei cinque libri fotografici selezionati come finalisti. La questione del paesaggio in un contesto dove l’uomo si trova a confrontarsi da sempre con fenomeni ai suoi occhi catastrofici, come frane e alluvioni, viene affrontata attraverso un’indagine del territorio fatta da una combinazione di foto d’archivio, testi e immagini contemporanee, che si alternano nel libro riproducendo visivamente, attraverso un impaginato fatto di un sovrapporsi e alternarsi di immagini, quella stratificazione della storia e dell’esperienza personale, confermando ancora una volta una coraggiosa sintesi di ricerca e sperimentazione. Inoltre, la giuria ha il piacere di segnalare con una Menzione d’onore il libro di Mario Cresci, Segni Migranti, edito da Postcart. La vita e l’opera di Mario Cresci, così ampiamente documentati, dimostrano che la fotografia appartiene a un universo in cui stanno tutti i linguaggi visuali, l’universo dei segni, e che questi segni attraversano le frontiere, migrano, trovano nuove dimensioni e nuove mutevoli patrie. Giuria: Chiara Capodici, Paolo Cardinali, Manuela De Leonardis, Daria Scolamacchia, Michele Smargiassi. Chaired by Elisabetta Portoghese Bastianelli

La giuria ha deciso di premiare nella sezione libro d’artista il volume Casa Azul di Giulia Iacolutti edito da studiofaganel e the(M) édition, per come il progetto riesce a coniugare la struttura dell’oggetto libro con una tematica di genere che affronta la segregazione femminile e la scissione identitaria in un modo complesso e profondo. La Menzione d’onore va al libro Molti di Antonio Biasiucci con Mimmo Paladino e Valerio Magrelli e il coinvolgimento di Rouaf – profugo curdo, curato dall’officina editoriale il filo di partenope per l’alta qualità editoriale del progetto e per la capacità di realizzare un volume corale intorno a un tema di tale stretta attualità. Inoltre, la giuria ha il piacere di segnalare con una Menzione speciale il libro autoprodotto Grūne Linie di Giancarlo Barzagli per l’originalità e la coerenza del progetto, in grado di coinvolgere la lettrice/il lettore in un viaggio che da una passeggiata nella natura porta alla memoria storica e personale. Giuria: Mariella Boccadoro, Yvonne De Rosa, Adele Marini, Alessandra Mauro, Raffaella Perna.  Chaired by Elisabetta Portoghese Bastianelli

La premiazione, in ricordo di Marco Bastianelli, si svolgerà a Roma venerdì 18 settembre dalle ore 15.00 presso la sala Gianfranco Imperatori dell’associazione Civita in Piazza Venezia 11. Si parlerà di libri, si avrà modo di incontrare gli autori premiati e per un aperitivo sulla terrazza con vista sui fori romani. L’ingresso avverrà secondo le normative di accesso che ci saranno comunicate nel mese di settembre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: